Funny girl

funnygirl4

Come avrete intuito, dedico il fine settimana alla visione di un film. Quello che ho visto ieri era Funny girl, uscito nel 1968 e basato sull’omonimo musical del 1964. I protagonisti del film sono una giovanissima Barbra Streisand, al suo esordio cinematografico, e Omar Sharif. Conoscevo molte delle canzoni e avevo un’idea del film grazie a glee, nel quale Rachel, la protagonista, (come anche la sua interprete, Lea Michele) è una grande fan di Barbra Streisand e infatti vengono riproposte molte canzoni del musical.

Funny girl è la trasposizione in musical della storia di Fanny Brice (qui il link di Wikipedia su Fanny Brice), attrice e cantante nella Broadway degli anni ’20, diventata famosa grazie agli spettacoli delle Ziegfeld Follies. Viene raccontata l’ascesa al successo della ragazza, un ebrea cresciuta nel quartiere ebreo di New York, non bella ma con molto talento e senso dell’umorismo. La giovane si innamora di un giocatore professionista di poker (interpretato appunto da Omar Sharif), con il quale si sposerà e avrà una bambina. Mentre però Fanny ha successo con i suoi spettacoli, il marito si invischia in un brutto giro.

Il film è appassionante, e la visione è sicuramente facilitata dalla bravura recitativa (e canora, per quanto riguarda Fanny) dei due protagonisti. Barbra Streisand, protagonista indiscussa del film, riesce a tenere incollati gli spettatori sullo schermo per tutta la durata del film, e non mi stupisco affatto che sia considerata una delle migliori attrici di musical e non della sua generazione. Per non parlare della sua voce, è davvero straordinaria.

Leggendo su Wikipedia la scheda del film (sono abituata a farlo per ogni film/serie tv/ libro che vedo/leggo) ho scoperto che all’inizio nella versione italiana Fanny fu doppiata anche nel canto. Sono contenta che questo sia stato rimosso, sarebbe stato un peccato non poter godere della bellezza dei brani originali, al contrario della parte parlata nella quale è stato bello poter sentire sulla protagonista Maria Pia di Meo (fra gli altri anche voce ufficiale di Meryl Streep), considerata non a torto uno dei pilastri del doppiaggio italiano.

Le canzoni sono stupende, e ho scelto le due che reputo più famose per darvi un assaggio del film, Don’t rain on my parade e My man.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...