Greg Dawson – La pianista bambina

inon

Proprio oggi, ho finito di leggere un altro libro, La pianista bambina di Greg Dawson.

Il libro racconta la vera storia della madre dello scrittore, Zhanna Arshanskaya, un’ucraina di origine ebraica sopravvissuta all’Olocausto e scappata negli Stati Uniti alla fine del secondo conflitto mondiale. Nonostante la tematica sia stata ripresa in innumerevoli film e romanzi, la particolarità di questa vicenda, oltre il fatto che è vera, è incarnata nel fatto che la protagonista, assieme alla sorella Frina, riesce a sfuggire alle atrocità della guerra grazie alla musica. Le due ragazzine, infatti, hanno uno straordinario talento di musiciste, e ciò sarà il mezzo per sopravvivere all’orrore nazista. Ho trovato ciò uno straordinario esempio di coraggio e di determinazione.

Un altro elemento che mi ha fatto riflettere, risiede nella situazione puramente storica. Pensando alla seconda guerra mondiale, vengono subito in mente i campi di concentramento di Auschwitz (che ho anche avuto modo di visitare) e Dachau, ma in effetti gli stermini di massa erano iniziati ben prima della costruzione di quei campi. Come evidenzia l’autore, i primi stermini furono fatti in Ucraina, il paese natale della madre, dove la popolazione ebrea scomparve quasi del tutto. La stessa famiglia di Zhanna viene sterminata nella strage di Drobytsky Yar, la prima di molte.

L’ultimo elemento che mi ha fatto riflettere sta nella confessione della madre dell’autore riguardo il suo passato. Lo scrittore afferma che la donna si è sempre rifiutata di parlare di ciò che era successo, e in un passaggio del libro viene anche detto che le due sorelle non ne parlavano fra di loro. Com’è giusto che sia, oggi si cerca di ricordare continuamente quella parte (orribile) della nostra storia, per evitare che accadano di nuovo simili tragedie, ma bisogna anche considerare il fatto che chi è stato protagonista di quelle vicende vorrebbe solo dimenticarsi tutto.

Sinceramente il libro mi è piaciuto molto, nonostante speri sempre che non ci sia più bisogno di testimonianze di questo genere.

Sicuramente è un libro che consiglio a chi è interessato a queste tematiche, ma vi informo che è stato tratto anche un documentario da questo libro. Lo posto qui in caso qualcuno fosse interessato.

Vista la tematica, spero di non aver offeso o infastidito nessuno, e alla prossima!

Gaia

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-60762018-86f5-489e-a285-69a5082567b7.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...