How to get away with murder

how-to-get-away-with-murder-2

Sto finendo in questi giorni (mi mancano soltanto 3 puntate) la serie tv How to get away with murder, nota in Italia anche come Le regole del delitto perfetto, prodotta da Shonda Rhimes (Grey’s Anatomy, Private Practice e Scandal) e Peter Nowalk. La serie consta finora di 2 stagioni e 30 episodi. E’ andata in onda per la prima volta nel 2014.

La storia vede come protagonista Annalise Keating (Viola Davis), avvocato difensore e docente di diritto penale a Philadelphia. Ella decide di assumere come tirocinanti cinque studenti: Wes Gibbins (Alfred Enoch), un giovane ragazzo di colore dall’animo gentile, Connor Walsh (Jack Falahee), sfacciato e ambizioso, che inizierà un’importante relazione amorosa con l’informatico Oliver (Condrad Ricamora), Michaela Pratt (Aja Naomi King), ragazza decisa e amante delle regole, Asher Millstone (Matt McGorry), figlio di un noto giudice e a volte ingenuo, e Laurel Castillo, studentessa di origini latine proveniente da una famiglia facoltosa. A completare il quadro ci sono Frank Delfino (Charlie Weber) e Bonnie Winterbottom (Liza Weil), assistenti di Annalise. Il gruppo si ritroverà a dover fronteggiare, oltre ai normali casi, anche un omicidio in cui tutti sono legati.

Devo ammettere di aver iniziato questa serie tv dopo il consiglio di un’amica, e sono davvero felice di averlo fatto. E’ piena di misteri, e ti spinge davvero a continuare a vederlo, anche per riuscire a capire tutto ciò che c’è sotto. E per chi come me ama il thriller, è decisamente grandioso. Da non dimenticare poi la parte giudiziaria: essendo la protagonista un avvocato, si dà molto spazio alle leggi, ai processi e tutto ciò che riguarda la giustizia. E’ sicuramente interessante.

I personaggi sono caratterizzati in modo perfetto, specialmente la protagonista, Annalise. Non a caso, l’attrice, Viola Davis, ha vinto molti premi per il suo ruolo, fra cui anche un Emmy.

Per dovere di cronaca (e anche perché sono rimasta piuttosto amareggiata dalla cosa), devo informarvi che c’è stata una controversia riguardo la messa in onda in Italia. Neanche due mesi fa, infatti, Rai 2 ha mandato in onda le prime due puntate della serie, censurando però le scene tra Connor e Oliver, la coppia gay, lasciando invece le scene spinte di tutti gli altri personaggi. Giustamente è partita una protesta da parte dei fans italiani che è giunta anche alle orecchie dei produttori e del cast, che hanno espresso il loro disappunto e si sono schierati per mandare in onda le puntate complete. Dopo l’intervento di Shonda Rhimes, Rai 2 si è scusata per la cosa (dopo più di un giorno di proteste sul web), adducendo come scusa l’eccesso di pudore. Non so voi, ma vista la trama secondo me il pudore dovrebbe esserci stato per ben altre cose. In ogni caso le puntate sono state ritrasmesse complete. Giusto per dirvi dell’omofobia ancora dilagante anche nella tv di Stato.

La serie tv comunque è decisamente consigliata.

Vi saluto con il trailer rilasciato da Fox Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...