5 cose che… 5 libri che mi hanno costretto a leggere

5 cose che

Come sapete, dalla settimana scorsa ho iniziato a partecipare all’iniziativa 5 cose che… del blog Twin books lover. L’argomento di questa settimana è “5 libri che sono stata costretta a leggere”. Ho scelto cinque opere dei tempi del liceo.

#1

7152_narcisoeboccadoro_1278599602

Herman Hesse – Narciso e Boccadoro

Uno dei più importanti romanzi di formazione, che vede protagonisti due ragazzi estremamente diversi ma che si ritrovano per cercare insieme la propria strada. Ammetto di non averlo apprezzato molto all’epoca, ma credo che sarebbe carino rileggerlo, un po’ più cresciuta.

#2

3966840_254143

Euripide – Medea

Altra opera intramontabile, stavolta di epoca greca. Come avrete intuito ho fatto il liceo classico, e ancora ricordo i versi in lingua originale di questa tragedia. Personalmente l’ho apprezzata moltissimo (come in generale la tragedia greca), tanto da portarla anche agli esami di maturità.

#3

untitled

James Joyce – Dubliners (Gente di Dublino)

So che esiste anche la versione italiana, ma ho letto questo libro in lingua originale, per le lezioni di letteratura inglese, perciò io conosco solo questo. Argomenti e personaggi davvero interessanti, ma che forse non sono riuscita ad apprezzare davvero per la difficoltà del linguaggio di Joyce.

#4

9788895966076g

Italo Svevo – La coscienza di Zeno

Altro classico, assegnatomi durante l’estate. Mi ricordo di aver avuto un po’ di difficoltà a seguire il filo del discorso, soprattutto per il fatto di non avere minima consapevolezza del periodo culturale in cui Zeno scriveva. Lettura piacevole, anche se forse sarebbe stata più semplice con più consapevolezza alle spalle.

#5

bianca-come-il-latte-rossa-come-il-sangue-382x600

Alessandro D’Avenia – Bianca come il latte, rossa come il sangue

Che dire, ho semplicemente amato questo libro. Nonostante la tematica non proprio piacevolissima, mi era stata, all’epoca della prima lettura, decisamente facile l’immersione nel punto di vista del protagonista, a me coetaneo, in una narrazione chiara e lineare. L’ho riletto una volta uscita dal liceo, e ho continuato ad apprezzarlo.

E voi? Quali libri siete stati costretti a leggere? 😀

Annunci

5 pensieri riguardo “5 cose che… 5 libri che mi hanno costretto a leggere

  1. Italo Svevo e James Joyce erano nello stesso periodo e si influenzarono a vicenda, se non sbaglio in realtà fu più Svevo a trarre particolarità da Joyce che il contrario. Ho letto sia La cosceinza di Zeno che Dubliners, se il primo non sono nemmeno riuscita a finirlo, il romanzo di Joyce l’ho divorato. In inglese è un libro molto complesso, si capisce solo dopo un paio di riletture, ma allora lo lessi in italiano e mi piacque molto. Il flusso di coscienza è una particolarità letteraria che mi affascina molto e in Joyce devo dire di averla apprezzata maggiormente! 🙂

    Mi piace

  2. Ricordo che a scuola mi avevano “costretta” a leggere Mille Splendidi Soldi, l’ ho trovata una lettura davvero emozionante.
    Ci avevano fatto anche leggere Bianca come il latte, rossa come il sangue

    Mi piace

  3. Ciao Gaia!! Tra quelli da te citati ho letto solo “Bianca come il latte, rossa come il sangue” ma, devo dire la verità, non mi ha entusiasmata anche se mi è rimasta la curiosità di leggere qualche altro libro di D’Avenia. Tra gli altri vorrei recuperare Gente di Dublino e La coscienza di Zeno, spero prima o poi di riuscirci!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...